GLI OCCHI DI TUA MADRE Sandro Giacobbe

GLI OCCHI DI TUA MADRE (1976)

Lista de Canciones

1. GLI OCCHI DI TUA MADRE

Piove da qualche minuto
ti guardo e mi sento sfinito
mentre non riesco a spiegarti che cosa mi è capitato.
Era una sera normale
ti ero venuto a cercare
non c’eri però con tua madre mi misi a parlare
e quando l’ho avuta di fronte che scherzo
mi han fatto gli occhi miei
credevo che fossi tu ed era lei
poi mi sembrò naturale guardarla così come
guardo te
perché sei uscita, perché?
Mi hanno fatto innamorare
gli occhi verdi di tua madre
il sorriso di un tramonto
dove ci si può specchiare
i tuoi passi all’improvviso
e un tuffo al cuore immenso
…se ci penso…
la pioggia continua a cadere e tu continui
a non parlare
hai l’aria di un cigno che muore, la vittima
la sai fare
di certo non è quel sospiro che può cancellare quel che sei:
tu rimani tu, e lei è lei
non è colpa mia se mi piace
ogni cosa che rassomiglia a te
adesso hai capito perché…
Mi hanno fatto innamorare
gli occhi verdi di tue madre
il sorriso di un tramonto
dove ci si può specchiare
i tuoi passi all’improvviso
e un tuffo al cuore immenso…
Mi hanno fatto innamorare
gli occhi verdi di tue madre
un sorriso di un tramonto
dove ci si può specchiare
i tuoi passi all’improvviso
e un tuffo al cuore immenso
se ci penso…
se ci penso…

2. METTO ALL’ASTA

Metto all’asta il nostro amore
il tuo rimmel, le tue ciglia
la mia noia, il mio dolore
un tuo abraccio che mi sceglia
svendo facili promesse
pentimenti a buon mercato
le tue labbra calde e rose
la certezza che ho sbagliato
le lenzuola profumate dal calore della pelle
i tramonti dell’estate
l’inventario delle stelle
e per me voglio tenere
solo un po’ d’indiferenza
solo questo, io non voglio di più

Metto all’asta il nostro amore
con il tempo che ho sprecato
solo un pazzo, un impostore
potrà dirmmi che è un peccato
svendo sogni e poesia
il mio segno zodiacale
la tua foto a casa mia
la tua acqua minerale
le mie lacrime, il mio cielo
il dispresso del tuo mondo
la paura di stare solo
il tuo pozzo senza fondo
e per me voglio tenere
solo un po’ d’indiferenza
solo questo, io non voglio di più

Metto all’asta il nostro amore
le tue idee sul matrimonio
quelle nostre litigate da finire al manicomio
la tua smania di piacere
tutti giorni ha un altro uomo
per scoprire un’altra volta
che io sono quel che sono

Metto all’asta ill nostro amore
senza altro un’ocassione
se qualcuno vuol comprare
costa poco la ragione

3. IL MIO CIELO, LA MIA ANIMA

Io per te faccio cose
che nessuno le fa
e se tu vuoi dormire
io mi sposto piu’ in la’
far l’amore o tacere
differenza non c’e’
se ti stai innamorando
un pochino di me
poi e’ mattino e tu mi vuoi
quanto spazio intorno a noi
il mio cielo la mia anima
poi non fermarti morirei
dolce angelo chi sei
il mio cielo la mia anima
e la vita racconta
che due amanti cosi’
o si vestono e vanno
o si dicono si
ma per te faccio cose
che nessuno le fa
poi e’ mattino e tu mi vuoi
quanto spazio intorno a noi
il mio cielo la mia anima
poi non fermarti morirei
dolce angelo chi sei
il mio cielo la mia anima
poi e’ mattino e tu mi vuoi
quanto spazio intorno a noi
il mio cielo la mia anima

5. BIMBA

Bimba, quegli occhi tuoi di bimba
Bimba, la pelle tua di bimba Zitta, continua a coccolarmi,
mi viene voglia e so che non dovrei
Piano,
ascolto il tuo respiro
Dolce, cosi’ come il pensiero
Forse, non sono il primo uomo
a diventare matto insieme a te
chissa’ com’e’

Bimba… uh uh uh
se non ti avessi…
Bimba… uh uh uh
tra le mie mani…
Bimba… chissa’ che cosa inventerei,
ringrazio te, perche’ ci sei…
Bimba, sapore tuo di bimba
Bimba, la tentazione e’ bimba
Senti, non me ne frega niente
ho voglia di sbagliare come te…
chissa’ com’e’…

Bimba… uh uh uh
se non ti avessi
Bimba… uh uh uh
tra le mie mani
Bimba… chissa’ che cosa
perderei, ringrazio te,
perche’ ci sei…
Bimba… uh uh uh
se non ti avessi
Bimba… uh uh uh
tra le mie mani
Bimba
Bimba…uh uh uh
se non ti avessi
Bimba… uh uh uh
tra le mie mani
Bimba
Bimba

6. QUEL RISTORANTE SULLA SENNA

Quel ristorante sulla Senna
Con pocchi amici ed un poeta
Che sorseggiando del Pernod
Che deva d’essere …..
Ed un giorno o un’altro se ne andò

Quel ristorante sulla Senna
Che non è stato mai di moda
Qualche ragazza ed un macrò
La foto di Juliette Gréco
Ed un polizioto col paltò

E sopra c’era una camera
Piccola, piccola
Dove è tu amata con l’anima
Piccola Sofì

Quel ristorante sulla sena
Dove c’è sempre chi va via
Ed un giorno o l`altro tocca a me
Vedrai ci rivediamo qui
Ma mi sentivo cer da ti

E sopra c’era una camera
Piccola, piccola
Dove è tu amata con l’anima
Piccola Sofì

7. BLU

Io sono uno che in aereo non ci va
conosco tutti i marciapiedi di città
ma il cielo è là
il cielo è sempre là
ma quando lei mi disse
amore vieni quì
la mia valigia
in due minuti si riempì
e scivola
dentro una nuvola
Blu
cosa si fa se manchi tu
ti voglio avere un po’ di più
e non mi fa paura il mondo
Blu
amore sempre
amore blu
sei così piccola anche tu
che come stelle ti confondo
così viaggiando

Nel mio disordine nessuno è entrato mai
tra un letto sfatto
e un’avventura me en andai
arriva lei
e non sai più chi sei

Blu
cosa si fa se manchi tu
ti voglio avere un po’ di più
e non mi fa paura il mondo
Blu
amore sempre
amore blu
sei così piccola anche tu
che come stelle ti confondo
Blu
cosa si fa se manchi tu
ti voglio avere un po’ di più
ti voglio avere un po’ di più…

8. VOLARE VIA

Gabbiani bianchi
in libertà
il mare viene
il mare va
il cielo è lì
toccarlo non puoi
e allora vuoi

volare via
in alto
e ancora su
entrare nel silenzio
per ascoltare
l’eco di un respiro
volare via
in alto e ancora su
poi scendere
in picchiata
e ritrovarti
ancora innamorata
volare via in alto
ancora su
e accorgersi
che in fondo
è tra le
braccia tue
che sto volando
volare via in alto
ancora su
e accorgersi
che in fondo
è tra le
braccia tue
che sto volando
volare via in alto
in alto, in alto

gabbiani bianchi
in libertà
il mare viene
il mare va
gabbiani bianchi
in libertà

9. DAL METRÒ A New York

Ogni mattina te ne vai
al tuo lavoro e pensi che
un giorno o l’altro questa vita cambierà

E poi ti siedi sul metrò
Socchiudi gli occhi per un po’
Non senti più la gente intorno a te

E sei disteso al sole accanto a lei
non c’è nessuno,soltanto lei
due occhi azzurri come i suoi
tu non li avevi visti mai davvero

Sei
lontano mille miglia ormai
sei dove ti porta la tua mente
sei nel pieno centro di New York
sei un uomo solo nel deserto

Va la fantasia non ha età
non costa niente e ti dà
un poco di serenità

E mentre corre il tuo metrò
non sa dei sogni che tu fai
e senza scuse ti riporta alla realtà
c’è un uomo che legge il giornale
un altro sta per arrivare
e una signora si trascina la sua età

La tua fermata è li che sta a guardare
tu chiudi gli occhi e pensi che
anche se oggi è lunedì
il tuo lavoro è ancora lì domani
Sei lontano mille miglia ormai
sei dove ti porta la tua mente
sei nel pieno centro di New York
sei un uomo solo nel deserto

Va, la fantasia non ha età
non costa niente e ti dà
un poco di serenità

10. MI VA CHE CI SEI

di di di di di di di di di
di di di di di di di di di
di di di di
di di di di di di di di di
di di di di di di di di di
di di di di
 
Se ti svegli
un po’ delusa,
se il mondo non ti ha
chiesto scusa
mi va che ci sei.
 
Se la vita
passa in fretta
e non ti ha dato
proprio retta
mi va che ci sei.
 
E per quando
tu rientravi alle sei,
altrimenti
si arrabbiavano i tuoi.
 
Quelle scuse
che inventavi.
Per quel bacio
che mi va che ci sei
 
Se ti trucchi
per uscire,
se gli anni tuoi
non vuoi mai dire
mi va che ci sei.
 
Se i tuoi jeans
son troppo stretti,
ti fan scoppiar
ma te li metti
mi va che ci sei.
 
E se inventi
una bugia tra di noi,
e se il torto
è sempre mio lo sai.
 
Puoi scavare
nel mio cuore
lì c’è scritto
che mi va che ci sei.
 
Occasioni a non finire,
quante volte mi han
trovato puntuale,
poi stavo male.
 
Ho giurato
sempre amore.
sempre ho dato quel
che avevo da dare,
da dire, da fare,
da bere,
ma te non riuscivo
a scordare.
 
Se hai capelli
troppo corti,
se tu difetti
ce ne hai tanti
mi va che ci sei.
 
Se ogni cosa
che ti piace,
finché non l’hai
non ti dai pace.
mi va che ci sei
 
E poi quando
fai l’amore con me
o ti bruci
preparando un caffè,
perché mi somigli
un poco.
Tu, compagna mia,
mi va che ci sei
 
di di di di di di di di di
di di di di di di di di di
di di di di
di di di di di di di di di
di di di di di di di di di
di di di di
 
E poi quando fai
l’amore con me
o ti bruci
preparando un caffè
 
Perché mi somigli
un poco
tu compagna mia
mi va che ci sei
 
Perché mi somigli
un poco,
tu compagna mia
mi va che ci sei.
 
di di di di di di di di di
di di di di di di di di
mi va che ci sei

11. LA CASA DI PERIFERIA

La casa è quella in fondo alla via
l’ambiente quello di periferia
lasci cadere vestito e paure
quanto coraggio per abortire.
Cento lire dentro ad un juke box
che ogni tanto si incantava un po’
l’orologio stava appeso al muro
il tempo non passava mai
e restavi ore ed ore lì
inchioata ai vetri di quel bar
con le tende un po’ sbiadite di tela blu.
Danza nell’aria la malinconia
in quella casa di periferia
lui era entrato nella vita tua
poi senza scuse se ne spcappò via.
Ma qualcosa lui lasciò dentro di te
e non era il sapore del caffè
e che adesso vuoi buttare via
per riparare a una pazzia
ma pazzia non è questa qui?
senti che non puoi restare lì
senti che non puoi sbagliare ancora di più.
La nebbia scende e copre i falò
ecco che arriva il tuo tram, però
ti volti e guardi in fondo alla via
c’era una casa di periferia

12. LENTI A CONTATTO

Lenti a contatto
malgrado tutto
ne ho bisogno anch’io
miro distratto
ed un alto uomo ha presso il posto mio
come mai
dentro al mio letto
adesso dorme quel signore lì
io per dispetto
nelle sue scarpe faccio la pipì
faccio la pipì
Lenti a contatto
tutta di un tratto, la pornografia
un candelotto segna l’attaco della polizia
come mai
come era bello fare l’amore giù alla ferrovia
il controllore che i tuoi orgasmi si portava via
si portava via
Io non ti ho mai chiesto la fica
è una cosa troppo logica
tu comunque mi hai convinto
che la vita è un labirinto
Io non ti ho mai chiesto la fica
è una cosa troppo logica
Lenti a contatto
ma fossi matto non le metto più
Lenti a contatto
io vedo troppo e non mi vedi tu
come mai
mille ragazze
riempion le piazze
ciao Annamaria!
oggi mi faccio tutto da solo
giù alla ferrovia
giù alla ferrovia
Io non ti ho mai chiesto la fica
è una cosa troppo logica
tu comunque mi hai convinto
che la vita è un labirinto
Io non ti ho mai chiesto la fica
è una cosa troppo logica
Io non ti ho mai chiesto la fica
è una cosa troppo logica
tu comunque mi hai convinto
che la vita è un labirinto

13. CARO AMORE

Caro amore
chiedo scusa
se ho sbagliato qualche cosa
se ti sveglierai delusa
tutta sola in questa casa
io ho pensato su bel po’
e se è giusto non lo so
ma dovendo stare male
ci trovo
e magari un modo nuovo c’è
per volare un po’
Caro amore
amore spento
oggi mi presenti il conto
pranzo tutto ma mi tengo
il sapore di un rimpianto
stagioni insieme a lei
l’allegria negli occhi miei
ed abraciarsi forte prima di
dormire
scoprire l’alba su di noi
dimmi che mi vuoi
Caro amore
questa sera
per laggù sarà più scura
tu l’orgoglio per bandiera
ma nel buio avrai paura
io non so dove sarò
se avrò freddo oppure no
ma mi sentirò un po’ perso
da solo
e forse prima o poi ti cercherò
per volare un po’
per volare un po’
per volare un po’
per volare un po’
Caro amore, caro amore
caro amore, caro amore
Caro amore
caro amore
caro amore
caro amore

13. CARO AMORE

Caro amore
chiedo scusa
se ho sbagliato qualche cosa
se ti sveglierai delusa
tutta sola in questa casa
io ho pensato su bel po’
e se è giusto non lo so
ma dovendo stare male
ci trovo
e magari un modo nuovo c’è
per volare un po’
Caro amore
amore spento
oggi mi presenti il conto
pranzo tutto ma mi tengo
il sapore di un rimpianto
stagioni insieme a lei
l’allegria negli occhi miei
ed abraciarsi forte prima di
dormire
scoprire l’alba su di noi
dimmi che mi vuoi
Caro amore
questa sera
per laggù sarà più scura
tu l’orgoglio per bandiera
ma nel buio avrai paura
io non so dove sarò
se avrò freddo oppure no
ma mi sentirò un po’ perso
da solo
e forse prima o poi ti cercherò
per volare un po’
per volare un po’
per volare un po’
per volare un po’
Caro amore, caro amore
caro amore, caro amore
Caro amore
caro amore
caro amore
caro amore

14. NOTTE SENZA DI TE

Notte rimani ancora non te ne andare
Notte mi affaccio fuori per respirare
Notte ti avvolge un velo di magia
Notte ti stringo forte sei tutta mia

Parte una nave parte per chissà dove
Lascia il suo porto e scivola in mezzo al mare
Un giorno o l’altro poi la vedrò tornare
E se tornasse adesso le potrei dire:

Dammi l’amore dammi l’amore dai
Dammi l’amore dammi l’amore dai
Sciogli la neve scaldami il cuore e poi
Bevi nel mio bicchiere e mi guarirai

Notte senza di te
(Dammi l’amore dammi l’amore dai)
Notte senza di te
(Dammi l’amore dammi l’amore dai)
Notte senza di te
(Dammi l’amore dammi l’amore dai)
Io da solo perché notte senza di te
Notte da consumare per la città
Notte per chi facendo l’amore sta
Notte per chi da solo come me
Notte le sue ferite cura da sé

Ed anche questa notte sta per finire
Riprende adagio il gioco per non morire
Un’altra primavera sta per tornare
E se tornasse adesso le potrei dire

Dammi l’amore dammi l’amore dai
Dammi l’amore dammi l’amore dai
Sciogli la neve scaldami il cuore e poi
Bevi nel mio bicchiere e mi guarirai

Notte senza di te
(Dammi l’amore dammi l’amore dai)
Notte senza di te
(Dammi l’amore dammi l’amore dai)
Notte senza di te
(Dammi l’amore dammi l’amore dai)
Io da solo perché notte senza di te

Notte senza di te
(Dammi l’amore dammi l’amore dai)
Notte senza di te
(Dammi l’amore dammi l’amore dai)
Notte senza di te
(Dammi l’amore dammi l’amore dai)
Io da solo perché notte senza di te

Lista de Reproducción

Disfruta oyendo una selección de sus canciones

Volver a la Discografía

Sigue descubriendo sus Discos