Signora mia Sandro Giacobbe

SIGNORA MIA / LA STANZA DEL SOLE (1974)

Letras de Canciones

SIGNORA MIA

Signora addio,
mi scusi se ho suonato
ma non so che cosa sia
la voglia di parlarle che mi ha preso
è stato come un fuoco che si è acceso
Signora addio,
non riuscirei a dormire
se lei mi mandasse via
lo so che non è l’ora
ma io devo dirle che
Negli occhi miei sapesse
quante volte si è fermata
e nei miei sogni la vedevo addormentata
di notte io guardavo nella sua finestra chiusa

immaginavo tutto ma non mi chieda cosa

Perché arrossisce
in fondo son venuto per scambiare due parole
se è troppo non mi dia più confidenza
però mi dia almeno una speranza.
Signora addio,
io abito di fronte nella stessa casa sua
adesso me ne vado ma io devo dirle che
Signora mia, sapessi
quante volte ti ho sognata
e nei miei sogni ti vedevo addormentata
di notte io guardavo nella tua finestra chiusa
immaginavo tutto,
non domandarmi cosa
Signora mia, sapessi
quante volte ti ho sognata
e nei miei sogni ti vedevo addormentata

LA STANZA DEL SOLE

Seguendo una musica dolce straniera
la stanza del sole drovai
ma uscendo dal corpo
e volando leggera
la mente rivide che amai
la bimba spaurita
dal giusto sorriso
quei giocchi colore dei miei
la donna arrogante
lo sguardo deciso
chi vince pero non saprei

le frasi d’amore
sembravan le stesse
ma il corpo ha un’altra emozione
è come morire di notti stellate o solo in una stazione

e qui
nella stanza del sole
io nascevo morendo tra distese di vuole e rimorsi del cuore
e sì
ho sbagliato cammino
in un solo momento
dando un calcio al destino
e alle leggi del tempo

bambina, guardavi le foglie cadute
ma il grigio si mischia col blu
per te son le prime battaglie perdute
ma devi reagire anche tu
il mondo in cui vivi non lascia sognare
coi sogni dei soldi non fai
e c’è chi l’amore lo deve comprare
tu credi a quello che dai

mentre il suo corpo portò un nuovo giorno
ho pressi perché c’è chi vuole
guardandosi dentro e guardandosi intorno
cercare la stanza del sole

e qui
nella stanza del sole
io nascevo morendo tra distese di vuole e rimorsi del cuore
e sì
ho sbagliato cammino
in un solo momento
dando un calcio al destino
e alle leggi del tempo

e qui
nella stanza del sole
io nascevo morendo tra distese di vuole e rimorsi del cuore
e sì
ho sbagliato cammino
in un solo momento
dando un calcio al destino
e alle leggi del tempo

Lista de Reproducción

Disfruta oyendo una selección de sus canciones

Volver a la Discografía

Sigue descubriendo sus Discos