SULLA MIA STESSA STRADA Sandro Giacobbe

SULLA MIA STESSA STRADA (1991)

Lista de Canciones

1. SOTTO QUESTO GRANDE CIELO

Genova ti abbracciò nel ‘43
la prima volta che vedevi il mare
dieci anni o poco più dimostrivi tu,
quanto coraggio c’era in te
sempre in salita ma
e sarà facile dimenticare
ma quel che gli occhi tuoi hanno visto già
tu non l’hai scordato mai

Sotto questo grande cielo, cielo blu
quanti sogni son volati, fin lassù
quanti treni son passati in ferrovia
quanta gente è andata via
Sotto questo grande cielo, che è anche mio
Quante volte ho chiesto piano, dov’è dio
Perché sotto questo grande cielo, non è facile per noi

Faceva freddo sai quell’inverno
e tu con il cuore da scaldare
non ti sei chiesta mai dopo dove andrai
quanto coraggio c’era in te
e il figlio che era lì, ti sembrò così
come un giocattolo da cullare
e ti assomiglia un po’, e tu che pensi già
da grande che farà

Sotto questo grande cielo, cielo blu
quanti sogni son volati, fin lassù
quanti treni son passati in ferrovia
quanta gente è andata via
Sotto questo grande cielo, che è anche mio
Quante volte ho chiesto piano, dov’è dio
Perché sotto questo grande cielo, non è facile per noi

Gli anni che vanno via non li conti più
non c’è mai tempo per riposare
nempre in salita ma, il cuore ce la fa
e presto o tardi cambierà
Genova è sempre lì, ma è cambiata sai
ed è cambiato anche il suo mare
io son cresciuto ormale solamente tu…
tu non sei cambiata più

Sotto questo grande cielo, cielo blu
quanti sogni son volati, fin lassù
quanti treni son passati in ferrovia
quanta gente è andata via
Sotto questo grande cielo, che è anche mio
Quante volte ho chiesto piano, dov’è dio
quanti treni son passati in ferrovia
quanta gente è andata via

2. IN BICICLETTA

Guarda che confusione stamattina
quante auto per la strada,
non c’è più ora di punta
e quando arriverò da te, non so,
ma come diavolo farò
come sarebbe bello ritornare
alle strade senza smog, senza l’urlo del motore
ed arrivare lì da te oh sì, in bicicletta così

E poi in bicicletta noi
lontano dalla solita gente, che non capisce niente
noi, in cibicletta noi, torniamo verso casa che è sera
che bella la natura

Rosso questo semaforo da un’ora
chiude dentro i finestrini, come piccole prigioni
i pensieri di chi sta, inchiodato qua
e rassegnato invecchierà

e forse tu sei già stanca di aspettare
di guardare le vetrine, con le cose da comprare
e sei andata via, ma io lo sai, che tutto questo cambierei

E poi in bicicletta noi
lontano dalla solita gente, che non capisce niente
noi, in cibicletta noi, torniamo verso casa che è sera
che bella la natura, oh no…

E poi in bicicletta noi
torniamo verso casa che è sera
che bella la natura
noi in bicicletta noi
lontano dalla solita gente, che non capisce niente oh no

3. FOTOGRAFIE

E siamo ancora qua che sorridiamo un po’
vecchie fotografie di qualche anno fa
e ti succede poi di avere nostalgia
di quelle cose che adesso no le fai

Le nostre gite il primo maggio, la nostra compagnia
Piero che litigava sempre con Lucia
Mario che se ne va a soldato con la divisa blu
e qui sei tu

Girati un po’ di più, ecco rimani lì
e dai sorridi un po’ che vieni meglio sai
ti viene in mente qui che ci perdemmo poi
dentro quel bosco sai io ci ritornerei

Momenti pieni di ricordi momenti andati via
la nostra vita è tutta una fotografia
e te ne accorgi adesso che stai seduto lì
a dire sì

Com’è lontano il tempo della scuola
la prima volta che uscivi sola
non c’è più niente che sia come allora
tutto è una bugia
come due amici che si sono persi
e non han voglia più di ritrovarsi
rimane solo questa tua fotografia

E siamo ancora qua che sorridiamo un po’
vecchie fotografie di qualche anno fa
e ti succede poi di avere nostalgia
di quelle cose che adesso no le fai

4. INVECE NO

Vorrei trovarti in casa
portarti una rosa, e invece no
tu sei così distante
stai sempre tra la gente, io, io no
io resto ad aspettare
cercando una ragione che non c’è

Vorrei gridarti in faccia
la rabbia che ho nel cuore, e invece no
la parità del sesso
riuscire ad ogni costo, questo no
non siamo mai da soli
abbiamo perso i ruoli, io e te

Ma io sognavo una donna che
si fosse accorta anche un po’ dime
che avesse detto lo sai, tutte le cose
che non dici mai
ma io sognavo una stella in più
che si accendeva se c’eri tu
a dirmi adesso se vuoi, tienimi qui,
non mi lasciare mai, oh mai

Vorrei che fosse ieri
riempire i tuoi pensieri, e invece no
tu non mi vuoi sentire
dov’è che vuoi arrivare, non lo so
ed io dovrei cambiare, magari diventare,
uguale a te

Ma io sognavo una donna che
si fosse accorta anche un po’ di me
che avesse detto lo sai, tutte le cose
che non dici mai
ma io sognavo una stella in più
che si accendeva se c’eri tu
a dirmi adesso se vuoi, tienimi qui,
non mi lasciare mai, oh mai

Ma io sognavo un donna…

6. NOTTE DI PROVINCIA 

È una notte di provincia, una notte come tante
tra i sospiri e le promesse della gente
con le stelle appiccicate al giardino della vita
notte appena cominciata e mai finita

è una notte di provincia senza oggi né domani
una notte con la testa tra le mani
notte di telecomandi che si intrecciano per ore
per uscire dalla noia o dal dolore

È una notte di paure per chi resta ad aspettare
mentre tu tra le sue braccia
ti diverti a farmi male
non lasciarmi questa notte senza amore
o vuoi farmi morire
questa voglia che mi assale è profonda come il mare
le mie mani non la sanno più fermare
non lasciarmi questa notte senza amore
o vuoi farmi morire

È una notte di provincia, di canzoni popolari
di discorsi che ti sembrano un po’ fuori
di parole in mezzo ai denti di teppisti e delinquenti
è una notte senza casa e senza santi
è una notte di paure per chi resta ad aspettare
mentre tu tra le sue braccia
ti diverti a farmi male
non lasciarmi questa notte senza amore
o vuoi farmi morire
questa voglia che mi assale è profonda come il mare
le mie mani non la sanno più fermare
non lasciarmi questa notte senza amore
o vuoi farmi morire

È una notte di provincia di ragazzi innamorati
dietro i vetri delle auto un po’ appannati
di lancette troppo lente, dei tuoi baci nella mente
è una notte dentro i sogni… della gente

8. UNA VOLTA ANCORA

Sai ci son giorni che ti chiedi come mai
non hai voglia di far niente e te ne stai fermo lì
e invece sai che ti piacerebbe stare insieme a lei
con la radio accesa lì vicino a lei
mentre fuori si addormenta la città

Una volta ancora una sola
dimmi che mi vuoi
io non so scordare cancellare quello che mi dai

Una volta ancora una sola
dopo te ne andrai
senza far rumore per favore
quando dormirò
non svegliarmi amore io ti sognerò

Sai siamo un attimo del tempo che va via
c’è chi vince tutto e chi non ha poesia
ma che vuoi

Anch’io lo sai ci son cose che non ti ho detto mai
ho un carattere difficile ma poi
io ti ho amata senza chiedere chi sei

Una volta ancora una sola
dimmi che mi vuoi
io non so scordare cancellare quello che mi dai

Una volta ancora una sola
dopo te ne andrai
senza far rumore per favore
quando dormirò
non svegliarmi amore io ti sognerò
non svegliarmi amore io ti sognerò
non svegliarmi amore io ti sognerò

9. COSA SI FA

Questa notte è una notte magica,
breve come una bugia
tra le note scivola
amore sto correndo da te
dal silenzio nasce questa musica,
è la sola compagnia
entra dentro l’anima
e lascia un segno dentro di me

Cosa si fa cosa si fa
quando una donna ti entra nel cuore
cosa si fa cosa si fa
se non vederla ti fa stare male
tu che mi riempi anche gli occhi d’amore
da solo che farei non so
cosa si fa cosa si fa
quando una donna ti entra nel cuore
cosa si fa…

Quandi sogni all’alba poi finiscono

Io vivo cose semplici
il suono di un’armonica
l’aereo quando lascia una scia
e ti accorgi che diventi complice,
della vita che va via
dove si puo’ giungere
lo scopriremo insieme se vuoi

Cosa si fa cosa si fa
quando una donna ti entra nel cuore
cosa si fa cosa si fa
se non vederla ti fa stare male
tu che mi riempi anche gli occhi d’amore
da solo che farei non so

Cosa si fa cosa si fa
quando una donna ti entra nel cuore
cosa si fa cosa si fa
se non vederla ti fa stare male
cosa si fa cosa si fa…

10. DAMMI TEMPO

E dammi tempo per capire
dietro ai tuoi occhi che cosa c’è
che se poi cambiano colore
e non si accorgono più di me

E dammi tempo per fermare
questa paura dentro me
paura di ricominciare
un’altra volta insieme a te

È questa nebbia che ho nel cuore
che  non si vuole più alzare
non lascia posto a un altro amore
non fa più respirare

E dammi tempo per uscire
da questo male che so cos’è
da tutta questa confusione
che si è fermata dentro me

E dammi tempo per capire
dietro ai tuoi occhi cosa c’è
che se poi cambiano le cose
e voglio stare insieme a te
ma dammi tempo… se c’è

Lista de Reproducción

Disfruta oyendo una selección de sus canciones

Volver a la Discografía

Sigue descubriendo sus Discos